Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.fondazionecarditello.org/website/2019/03/12/proposte-e-iniziative-allindomani-del-convegno-la-ciclovia-del-carolino-cicloturismo-in-campania-il-ruolo-delle-randonnees-e-del-real-sito-di-carditello-svolto-il-3-marzo-al-re">
Twitter

Proposte e iniziative, all’indomani del convegno La ciclovia del Carolino – Cicloturismo in Campania. Il ruolo delle randonnées e del Real Sito di Carditello, svolto il 3 marzo al Real Sito di Carditello

Domenica 3 marzo, nell’ambito dell’iniziativa Villaggio Reale, ideata in collaborazione con Coldiretti, la Fondazione ha promosso il convegno La ciclovia del Carolino – Cicloturismo in Campania. Il ruolo delle randonnées e del Real Sito di Carditello, durante il quale è stato sottoscritto il protocollo di intesa con l’ARI – Audax Randonnéeur Italia.

L’accordo vedrà la sua attuazione attraverso numerose iniziative che avranno come protagonista Carditello. Il Sito borbonico sarà, infatti, non solo il punto di partenza dell’itinerario che ripercorre in gran parte l’originaria via dell’acquedotto vanvitelliano, ma anche tappa immancabile per gli altri percorsi del Sud Italia.

Il convegno è stato realizzato all’indomani della prima escursione lungo la Ciclovia del Carolino che, dal Sito borbonico arriva fino alle sorgenti del Fizzo, alle pendici del monte Taburno, passando per importanti siti e luoghi della cultura quali Capua, Sant’Angelo in Formis, San Leucio, Caserta Vecchia, i ponti della Valle di Maddaloni.

Oltre ad anticipare alcuni aspetti del progetto che sarà interamente presentato il 13 ottobre 2019 a Carditello in occasione del raduno cicloturistico Sulla via del Carolino, organizzato con ARI, il convegno è stato l’occasione per approfondire i tanti aspetti che caratterizzano la pratica del “turismo dolce”.

Dopo l’introduzione di Roberto Formato, nella duplice veste di Direttore della Fondazione ed esperto di cicloturismo, sono intervenuti Luca Bonechi, Presidente Audax Randonnéeur Italia, Antonio Bonacci, Presidente Velo Club Vento Contrario, Giuseppe Gallina, Responsabile Sud Audax Randonnéeur Italia.

Inoltre, ha arricchito l’incontro Leonardo Ancona, Responsabile del Parco e Acquedotto Carolino per i temi legati ai percorsi che attraverso i territori interessati da questa straordinaria opera di ingegneria idraulica.

E ancora, importanti i riferimenti forniti da Matteo Iannotti, che ha presentato la greenway del Sannio che si connetta alla ciclovia del Carolino, da Paolo Landri, del CNR IRPSS, che ha discusso delle motivazioni del cicloturismo, e della nutrizionista Concetta Mauriello, la quale ha fornito alcuni dati significativi sull’importanza del movimento e dello sport all’aria aperta.

Gli interventi, coordinati dal giornalista di cicloturismo Antonio Caggiano, hanno fornito ulteriori spunti per le prossime iniziative, quali la realizzazione presso il Sito di un annuale Raduno Nazionale Italiano Randonneur e la promozione di attività di studio e ricerca, d’intesa tra Fondazione e CNR, tese a unire le varie discipline che concorrono a rendere il cicloturismo una tipologia di escursione culturale all’avanguardia e in linea con analoghe esperienze europee di turismo ecosostenibile.

Scarica i contenuti del convegno:
In bici, in salute – dott.ssa Concetta Mauriello


Lascia un commento