Complesso monumentale e sale reali chiusi per restauri in corso.

#Carditello6TU

Cappella Reale, Real Sito di Carditello

La Cappella Reale

La famiglia dei Borbone era molto devota, motivo per il quale ogni loro residenza veniva dotata di un edificio di culto. Al Real Sito di Carditello le funzioni religiose venivano officiate nella Cappella Reale, dedicata all’Ascensione, inaugurata nel 1792 alla presenza di Ferdinando IV.

In stile neoclassico, la struttura è decorata da meravigliosi stucchi che ne delineano la volta cassettonata, all’interno della quale si ripete il motivo del fiore del cardo. Al centro della volta si trova l’affresco raffigurante l’Eterno Padre con angeli e santi, mentre nei quattro pennacchi sono rappresentate le virtù di Eternità, Sapienza, Misericordia e Giustizia. Sui palchetti destinati ai sovrani – che seguivano la funzione dall’alto – troviamo dipinti La nascita di Gesù e La Fuga in Egitto, con scene di stampo classico incorniciate in maniera sobria ed elegante.

La decorazione della Cappella dell’Ascensione era arricchita anche da una pala d’altare realizzata nel 1788 da Carlo Brunelli, pittore attivo alla corte dei Borbone e molto stimato da re Ferdinando IV, che gli affidò lavori anche in altre residenze reali. Originariamente l’opera era collocata sull’altare della struttura, prima di essere trasferita alla Reggia di Caserta e custodita nella sezione dedicata al Real Sito di Carditello, dove la Cappella rimase in uso fino al 1936.

La Festa dell’Ascensione

La Festa dell’Ascensione è una manifestazione equestre popolare che si svolge al Real Sito di Carditello dal 1792. Fu istituita dal re Ferdinando IV per coinvolgere gli abitanti di “Terra di Lavoro” nelle corse dei Cavalli Persano e nella vendita dei prodotti della Tenuta Reale.

In occasione della Festa le porte della Cappella venivano aperte affinché tutti assistessero alla funzione religiosa e – come riporta il poeta e

saggistata Salvatore di Giacomo – ogni anno la folla accorreva per partecipare e assistere alla manifestazione equestre, che si svolgeva di pomeriggio e aveva in palio un premio in denaro.

Alla Festa dell’Ascensione partecipavano anche i reali: nella Tenuta di Carditello, infatti, la dimensione reale incontrava quella agricola e popolare.

Cavalli della Razza Governativa di Persano nel Galoppatoio del Real Sito di Carditello
Note: Carousel will only load on frontend.